History

1975-1995 Espansione globale, oltre il filo

Nel 1975 ALPI aprì un nuovo hub a Milano, il centro economico e finanziario dell’Italia. Questo ha segnato per ALPI un punto di svolta poiché ha definito il suo distacco dal settore tessile.

Intanto la seconda generazione, composta da Piero e Ferdinando Albini, insieme a Fabrizio Pitigliani, iniziava a prendere il controllo dell’azienda, indirizzandola verso la sua espansione globale.

Gli anni ’80 definirono la forma della nuova organizzazione con diverse aperture in Europa. Il primo ufficio fuori dall’Italia fu aperto nel 1984 ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, passaggio strategico per le movimentazioni europee. Nei 10 anni successivi, ALPI aprirà 12 uffici in Europa.

Nello stesso periodo apriva i battenti Prato Expo, la fiera dedicata al settore tessile, che raccoglieva operatori, designers, importatori e produttori nell’agglomerato tessile toscano.

L’espansione di ALPI proseguì oltre oceano con la prima apertura nel 1990 dell’ALPI USA a Chicago, il primo di 7 uffici che furono avviati in meno di 10 anni..

ALPI era ormai diventata una vera e propria multinazionale tascabile, con sedi in tutto il mondo, e cominciava a gestire importanti spedizioni via terra, via mare e via aerea, con oltre 600 operatori.

Le operazioni doganali erano sempre più importanti per risolvere i problemi dei clienti. ALPI decise di investire direttamente in quest’attività con l’apertura di Pegaso, un broker doganale per facilitare il passaggio della merce alla frontiera.

Negli anni ’90 l’azienda continuò la sua espansione e alla fine del decennio ALPI aveva definito il suo network con oltre 60 uffici in tutto il mondo.

Questa espansione raggiunse il suo apice con la festa per il 50° Anniversario tenutasi a Cannes, nel sud della Francia, nel dicembre 1995, dove più di 500 partners, clienti, fornitori e operatori festeggiarono l’azienda per la celebrazione del demi-siécle.

.